Contatto: +39 051 4299411

FarsiDiVersi/RaccontiInVersi

L’evento conclusivo del ciclo Congiunzioni sarà una lettura collettiva delle poesia di Marti Bas.

“Mi chiamo Marti. Ho anche altri nomi. Tanti quanti le pieghe d’abito, che di vita s’è tratto. Sono figlia, non-madre. Scrivo, sono poeta. Tra femminile e maschile, m’aggroviglio. A tratti l’uno, a schizzi l’altro. La mia pelle è rosa, o bianca, e sono mezza, in Italia. Non credo, ma ho fiducia”. Marti Bas è stat* un* attivista transfemminista, poeta e compagn*. Nella sua raccolta di poesie (pubblicata nel 2018 nella collana POE, Edizioni Inaudite, disponibili in biblioteca), come nel suo attivismo, fa emergere lo stretto legame tra corpo, genere e cancro, come esperienza incarnata e lotta politica, un tema invisibile al quale ha dato voce, proponendo l’idea di un sé politico “che non aspetti la diversità altrui per interrogarsi sulla propria”.

L’evento si terrà il 14 Giugno al Centro delle donne/Biblioteca Italiana delle Donne di Bologna, Via del Piombo 5, alle 18.00. Il microfono è aperto, le poesie di Marti saranno a disposizione di tutt* per chi vorrà, come speriamo, leggerle insieme a noi. La lettura dal vivo sarà inframmezzata da audio in cui Marti legge i suoi testi.

Anche l’organizzazione dell’evento è collettiva, per questo vogliamo ringraziare tutte le persone che lo hanno costruito insieme a noi.

Grazie in particolare alla pagina A Marti Bas aka Marta Gianello Guida e a martibas.org, luoghi dove raccontare Marti e i progetti che l* stavano a cuore.

Grazie a Athena (AthenA) per aver realizzato il disegno dell’evento per Marti.

Congiunzioni. Nuovi immaginari per le soggettività fuori-norma
Ciclo di eventi organizzato da Valentina Greco, Ludovico Virtù e Stefania Voli.
Finanziato da MIT – Movimento Identità TransTransitional States e Wellcome Trust