Contatto: +39 051 4299411

SUPERNOVE – POESIE PER GLI ANNI 2000 (Sartoria Utopia, 2019)

EXTRA | UNA COME LEI – incontri e pratiche di poesie

La seconda edizione di UNA COME LEI incontri e pratiche di poesia – rassegna a cura di Anna Franceschini e Roberta Sireno assieme alla Biblioteca Italiana delle Donne – termina quest’anno con un EXTRA: martedì 4 giugno al Centro delle Donne/ Biblioteca Italiana delle Donne si terrà un laboratorio/ presentazione di SUPERNOVE – POESIE PER GLI ANNI 2000 (Sartoria Utopia, 2019)

Cinque artiste unite in un collettivo per una poesia attiva che integri la dimensione estetica e etica, che sia punto di partenza per risanare\inventare parole, cose, creature, mondi. Poesie su cartoline come messaggio, rimedio, ponte, manciata di sassi.

Manuela Dago, Roberta Durante, Francesca Genti, Francesca Gironi e Silvia Salvagnini danno vita a un lavoro corale dove le parole della poesia si intersecano con immagini fotografiche e collage.

Il cofanetto Supernove-Poesie per gli anni 2000 contiene 47 cartoline da spedire o conservare e un poster-manifesto in formato A3, per una poesia che sia messaggio e ponte di comunicazione privato e politico, fuori da una inattuale turris eburnea, dentro la durezza della realtà e la dolcezza della vita interiore.

Martedì 4 giugno si comincia alle h 17:30 con il laboratorio Messaggerie Utopiche per realizzare insieme delle cartoline. A seguire, presentazione del cofanetto SUPERNOVE – POESIE PER GLI ANNI 2000 (Sartoria Utopia, 2019): saranno presenti Francesca Genti, Manuela Dago, Roberta Durante e Francesca Gironi con lettura delle poesie da parte delle poete. Infine, lettura da una selezione di poesie prodotte dai/lle partecipant* durante tutte le tappe della rassegna 2019.
E poi, FESTA!

INGRESSO LIBERO

SUPERNOVE – POESIE PER GLI ANNI 2000 (Sartoria Utopia, 2019)
Cinque artiste unite in un collettivo per una poesia attiva che integri la dimensione estetica e etica, che sia punto di partenza per risanare\inventare parole, cose, creature, mondi.
Poesie come messaggio, rimedio, ponte, manciata di sassi.

Manuela Dago, Roberta Durante, Francesca Genti, Francesca Gironi e Silvia Salvagnini danno vita a un lavoro corale dove le parole della poesia si intersecano con immagini fotografiche e collage.

Il cofanetto Supernove-Poesie per gli anni 2000 contiene 47 cartoline da spedire o conservare e un poster-manifesto in formato A3, per una poesia che sia messaggio e ponte di comunicazione privato e politico, fuori da una inattuale turris eburnea, dentro la durezza della realtà e la dolcezza della vita interiore.

Così recita il loro manifesto:
siamo un innesto di poete a contagio
siamo poete unite in tentativi di esperimenti e medicamenti
agiamo con poesie come cerotti
raccogliamo scarti per trasformarli in fiori per carta da parati
vogliamo una lingua vagabonda che ti accompagni
facciamo incendiare parole per propagare gentilezza con la forza del tritolo
il nostro dire lo puoi usare, osare come fiamma, carta pesta, asciugamano da palestra
vi invitiamo a seminare anche sui cementi delle autostrade
siamo disposte a ballare nei corridoi delle vostre case, scuole, asili, ludoteche, discoteche
siamo pronte ad atti di silenzio collettivo
siamo incerte ma non abbiamo incertezze sulle carezze
rimangono pietre preziose nei nostri setacci, regali per quando ci incontreremo
vi ospitiamo nelle nostre stanze per fabbricare alleanze
vi invitiamo ad abbandonare la reazione/ vi invitiamo all’azione:
chi crede nella rima crede nell’amore.

Manuela Dago nel ciclo “Rotocalco Micidiale” realizza poesage di matrice dadaista, dove parole e immagini operano un cortocircuito beffardo e spiazzante, giocando con eleganza formale e forza poetica con luoghi comuni e attualità.

Roberta Durante, da un dolce e sconnesso paesaggio interiore, spedisce le sue “Cartoline Siberiane”, biglietti e messaggi, dove aleggia il mistero di un lessico familiare che invita il lettore a scaldarsi sulla soglia di una stanza illuminata in mezzo al nulla.

Francesca Genti, in amoroso dialogo con i trovatori provenzali, compone il poemetto “i baci si possono dare” ragionando sui limiti del desiderio e sui confini dell’Altro da Sé, sull’eros e sulla sua sublimazione, sulla matrice di una poesia che ha come legge e fine un’inesauribile nostalgia di conoscenza tramite i sensi.

Francesca Gironi, affiancata dalle meravigliose fotografie di Francesca Tilio, con le poesie “Faccio una bambina” e “Le femmine sono stupende” mette a punto due piccoli e potenti manifesti politici che parlano della condizione e del coraggio delle donne, parole oneste e crude, senza perdere la tenerezza.

Silvia Salvagnini, tramite delicate immagini e parole sussurrate, orchestra “cura nei luna park”, manifesto ecologista in versi e rime, dove semplicità e musicalità danzano insieme su una melodia di carillon, per rimediare disastri e ipnotizzare l’apocalisse.

Bio:

Manuela Dago è nata nel 1978 a San Daniele del Friuli (UD). L’ultimo libro che ha pubblicato è Poesie che non mi stavano da nessuna parte (Sartoria Utopia, 2017).

Roberta Durante è nata a Treviso nel 1989. L’ultimo libro che ha pubblicato è Nella notte cosmica (Luca Sossella, 2016).

Francesca Genti è nata a Torino il 27 giugno 1975. L’ultimo libro che ha pubblicato è La poesia è un unicorno (quando arriva spacca) (Mondadori, 2018).

Francesca Gironi è nata ad Ancona. Ha pubblicato Abbattere i costi (Miraggi, 2016).

Silvia Salvagnini è nata a Venezia nel 1982. L’ultimo libro che ha pubblicato è Il seme dell’abbraccio (Bompiani, 2018).

SUPERNOVE – poesie per gli anni 2000

Manuela Dago, Roberta Durante, Francesca Genti, Francesca Gironi, Silvia Salvagnini
Edizioni Sartoria Utopia, 2019
Cofanetto formato 16,3 X 12×5 cm contenente:
47 cartoline 10,5 X 15 cm
1 poster manifesto formato A3 (29,7 X 420 cm)
Tiratura: 100 copie numerate € 30,00
Supernove – poesie per gli anni 2000, oltre essere disponibile sul sito www.sartoriautopia.it, è disponibile in e-book presso l’editore https://www.vandaepublishing.com/