Contatto: +39 051 4299411

L’attenzione. Leggere Cristina Campo

Eppure ancora qui, nella forma “ieratica” che mutua dalle icone che contempla, chi legga con l’occhio dell’anima riesce a scorgere il fuoco interno che animava questa creatura, che di lontano, al lettore distratto, potè apparire come “letterata”.
[Margherita Pieracci Harwell, Nota Biografica in Cristina Campo, Gli Imperdonabili, Milano, Adelphi, 1987, p 271]

Nell’ambito di “Dove abitano le parole. Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia-Romagna” dedicata agli scrittori nati o vissuti sul territorio regionale promossa da Istituto per i Beni Culturali e Naturali – Regione Emilia-Romagna, venerdì 18 maggio alle ore 18 alla Biblioteca Italiana delle Donne si terrà l’incontro L’attenzione. Leggere Cristina Campo. 

A partire dal titolo della rivista che Cristina Campo, assieme a un piccolo gruppo di amici, avrebbe voluto pubblicare di cui uscì solo una traccia su un numero di “Stagione” nel 1956 che rimanda al pensiero di Simone Weil, l’intento è di attraversare insieme a Cristina De Stefano, Andrea Zanni e Raffaella Lamberti la vita e l’opera di questa scrittrice, poetessa e traduttrice nata a Bologna il 28 aprile del 1923 e vissuta nei primi anni della sua vita nella residenza del Professor Putti nel parco dell’Ospedale Rizzoli. All’incontro seguirà una lettura di Archivio Zeta.

Cristina De Stefano è scrittrice e giornalista autrice del saggio Belinda e il mostro. Vita segreta di Cristina Campo [Milano, Adelphi, 2002]

Andrea Zanni, laureato in matematica, è bibliotecario digitale a MLOL – Media Library OnLine. Da tempo molto attivo nei progetti wiki, è stato presidente di Wikimedia Italia.

Archivio Zeta è stata fondata nel 1999 da Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni, autori e produttori indipendenti di lavoro culturale. Nel 2003 hanno ideato il Progetto Linea Gotica mettendo in scena tragedie di Eschilo, Sofocle, Karl Kraus, Pier Paolo Pasolini al Cimitero Militare Germanico della Futa, il più grande sacrario tedesco in Italia, sull’Appennino tosco-emiliano. Nel 2014 Archivio Zeta ha vinto il Premio Rete Critica.

Raffaella Lamberti è Presidente fondatrice dell’Associazione Orlando.

I libri di Cristina Campo sono disponibili in biblioteca.