Contatto: +39 051 4299411

Una biblioteca tutta per sé

Una biblioteca tutta per sé ​è il titolo del progetto ​proposto da Associazione Orlando/Biblioteca Italiana delle Donne – Istituzione Biblioteche di Bologna in collaborazione con Hamelin Associazione Culturale e Comunicattive, realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna.

Il progetto nasce dal desiderio di sensibilizzare ragazze e ragazzi su temi come violenza sulle donne, bullismo, omofobia, educazione alle differenze. Attraverso le storie – libri, fumetti, film, serie tv, musica – che nei tanti linguaggi multimediali raccontano di ragazze/ragazzi e parlano direttamente a loro, verranno avviate azioni di sensibilizzazione e acquisizione di consapevolezza di sé e delle differenze di genere, educazione alle proprie emozioni e al conoscere il proprio corpo e le sue capacità espressive, per combattere gli stereotipi e i pregiudizi sia sul maschile che sul femminile, e imparare a rispettare l’altro/a, scoprire la sfera dei sentimenti, abitando insieme uno spazio, la storia e il patrimonio che custodisce.

La prima parte del progetto (da maggio a inizio ottobre) prevede una disseminazione dei contenuti e degli obiettivi di Una biblioteca tutta per sé​ in diverse Scuole di Bologna (Secondarie di Secondo Grado) attraverso incontri rivolti ai ragazzi e alle ragazze in orario scolastico. Nella seconda parte del progetto che va dal 13 ottobre al 1° dicembre 2018, la biblioteca aprirà al venerdì o al sabato pomeriggio solo per un pubblico under 18 che abbia voglia e desiderio di intraprendere un’attività extrascolastica. L’obiettivo è di far conoscere la biblioteca, la sua storia, il suo patrimonio librario e non solo, per lavorare insieme alle ragazze e ai ragazzi sui temi del progetto: bullismo, omofobia, educazione alle differenze, violenza sulle donne. Ragazze e ragazzi saranno accompagnati da alcuni operatori (dell’Associazione Hamelin, della Biblioteca delle Donne e dell’agenzia di comunicazione Comunicattive) per affrontare insieme i temi di sensibilizzazione, per conoscere il patrimonio della biblioteca, per produrre insieme materiale di disseminazione. Saranno poi lasciate/i libere/i di studiare, leggere libri e fumetti presenti nella collezione della biblioteca, ascoltare musica, parlare di videogiochi, youtubers, radio, in un ambiente specializzato, dedicato per l’occasione solo a loro.

Ogni venerdì o sabato, dalle 15 in poi, verrà proposto un programma di incontri/laboratori condotti da protagoniste e protagonisti di ambiti quali letteratura, fumetto, illustrazione, musica, ma anche youtubers e rapper che in questo momento rappresentano alcuni dei principali punti di riferimento degli adolescenti. Il percorso laboratoriale prevede di attivare azioni di decostruzione dell’immaginario mediatico attraverso l’analisi e la lettura critica di materiali presenti in biblioteca e di altri testi dell’immaginario collettivo giovanile e conseguente costruzione di immaginari comunicativi alternativi.

Questo insieme di nuove elaborazioni daranno vita alla creazione collettiva di una fanzine attraverso l’esplorazione e il riassemblaggio creativo di elementi tratti da libri, riviste, fanzine, immagini, videoclip, testi musicali ma anche disegni e testi prodotti per l’occasione direttamente da ragazze e ragazzi. Inoltre verrà realizzata una bibliografia dedicata, oltre al racconto del percorso attraverso Instagram. La fanzine e i risultato del percorso saranno presentati alla festa finale il 15 dicembre in biblioteca. La partecipazione è libera e gratuita per ragazze e ragazzi dai 14 ai 18 anni con liberatoria firmata.

INFO
Biblioteca italiana delle Donne
tel 051 4299411 –
bibliotecadelledonne@women.it
www.bibliotecadelledonne.it