Contatto: +39 051 4299411

UNA COME LEI – Incontri e pratiche di poesia 2019

Una come lei è il titolo di una poesia di Anne Sexton.

La poeta unì l’urgenza di comunicare all’esigenza di nominare un problema taciuto: la condizione naturale e innaturale di una soggettività femminile che cercava spazio e parola all’interno della società, in cui pubblico e privato erano inconciliabili, e si era quello che si sarebbe dovute essere.

L’idea sviluppata per la prima edizione di UNA COME LEI [gennaio – giugno 2018] da Anna Franceschini e Roberta Sireno, curatrici della rassegna assieme alla Biblioteca Italiana delle Donne, è stata quella di creare uno spazio da costruire nel tempo: un luogo raccolto, esclusivo ed inclusivo, che contenga riflessioni nate da incontri e avvicinamenti sulla poesia e sul fare poesia. Quest’anno il percorso viene riproposto a partire da una preview – venerdì 18 gennaio 2019 – per proseguire fino a fine maggio: un arco di cinque mesi con appuntamenti a cadenza mensile per fare il punto sulla scrittura in maniera creativa, attraverso il confronto con autrici che hanno reso salde ed efficaci le proprie parole.

Crediamo che la parola si alimenti nel confronto, l’affermazione e la conferma altra da noi fa diventare parola la parola detta. Sembra un gioco, ma sappiamo di essere quando troviamo le parole per definirci. Creazione e confronto sono le basi, la partenza  di questo tempo dedicato a stare insieme all’interno di un contesto intimo in cui spogliarsi dalle formalità e ridurre le distanze, unendo l’essere autrice con l’essere donna e cosa significhi esserlo, se vale ancora questa differenziazione e, infine, se è necessario affermarla.

Ai laboratori seguirà un momento pubblico, destinato a tutte/i le/gli interessat*, durante il quale sarà presentato il lavoro editoriale e di scrittura: un momento per dare visibilità e rilievo a donne che si affermano prendendo parola e spazio, raccontando le proprie capacità e le proprie opere.


Dopo la prima edizione che ha visto protagoniste le poete Anna Maria Farabbi, Sartoria Utopia con Manuela Dago e Francesca Genti, Cristina Alziati, Chiara Di Monte e Chiara Calderone e Francesca Matteoni, le ospiti della seconda edizione saranno Nadia Agustoni per la preview, Elisa Biagini, Ida Travi, Anna Toscano, Azzurra D’Agostino, Renata Morresi e Silvia Tripodi. Come per la prima edizione, un insieme differente di voci, pratiche e percorsi che esprime la complessità e la ricchezza della poesia.

Grazie alla collaborazione con la Libreria delle Donne di Bologna durante gli incontri sarà possibile acquistare i libri delle poete.

Inoltre grazie a Antica Casa Zucchini B&B alcune poete invitate saranno ospitate nelle meravigliose stanze di questa dimora storica con vocazione letteraria situata nel centro storico di Bologna.

CALENDARIO
da gennaio a maggio 2019 per un venerdì e cinque martedì + uno EXTRA
ore 17:30 laboratorio
ore 18:30 incontro pubblico

18 gennaio 2019 (preview) | NADIA AGUSTONI
29 gennaio 2019 | ELISA BIAGINI
19 febbraio | IDA TRAVI
19 marzo | ANNA TOSCANO
9 aprile | AZZURRA D’AGOSTINO
21 maggio | RENATA MORRESI & SILVIA TRIPODI
⭐ 4 giugno EXTRA presentazione di SUPERNOVE poesie per gli anni 2000 edizioni SARTORIA UTOPIA

Per partecipare ai laboratori è consigliato iscriversi inviando una mail a:
bibliotecadelledonne@women.it
[ATTENZIONE > gennaio 2019 – i posti disponibili per il laboratorio sono esauriti]

INGRESSO LIBERO


⭐ 18 gennaio 2019 (preview)

NADIA AGUSTONI
Scrive poesie e saggi. Suoi testi sono apparsi su riviste, antologie, lit-blog. Del 2017 sono I Necrologi, del 2016 è Racconto Aragno, del 2015 Lettere della fine Vidya e la silloge [Mittente sconosciuto] Isola Edizioni; del 2013 è il libro-poemetto Il mondo nelle cose (LietoColle). Una silloge di testi poetici è nell’almanacco di poesia Quadernario (LietoColle 2013). Nel 2011 sono usciti Il peso di pianura ancora per LietoColle, Il giorno era luce, per i tipi del Pulcinoelefante, e la plaquette Le parole non salvano le parole, per i libri d’arte di Seregn de la memoria. Del 2009 la raccolta Taccuino nero (Le voci della luna). Altri suoi libri di poesie, usciti per Gazebo, sono: Il libro degli haiku bianchi (2007), Dettato sulla geometria degli spazi (2006), Quaderno di San Francisco (2004), Poesia di corpi e di parole (2002), Icara o dell’aria (1998), Miss blues e altre poesie (1995), Grammatica tempo (1994). Vive a Bergamo.

⭐ 29 gennaio 2019

ELISA BIAGINI
Vive in Italia dopo aver studiato e insegnato negli Stati Uniti per vari anni. Sue poesie sono uscite su varie riviste e antologie italiane, americane e non solo (fra le più recenti Nuovissima poesia italiana Mondadori, 2004; Parola plurale Sossella 2005). Ha pubblicato sette raccolte poetiche, alcune bilingui, fra cui L’Ospite (Einaudi, 2004),  Fiato. parole per musica (Edizionidif, 2006),  Nel Bosco (Einaudi, 2007), The guest in the wood (Chelsea editions, 2013 – “2014 Best Translated Book Award”),  Da una crepa (Einaudi 2014), The Plant of dreaming (Xenos books 2017) eDepuis une fissure (Cadastre8zero, 2018, Prix NUNC 2018). Sue poesie sono tradotte in inglese, spagnolo, francese, portoghese, giapponese, croato, slovacco, tedesco, albanese, russo, arabo e cinese. Ha partecipato ad importanti festival italiani e internazionali (fra gli altri, in Italia: “Festival della Letteratura”, Mantova; “Festival Poesia”, Parma; “RomaPoesia”, Roma; e all’estero: “Stanza-Scotland’s International Poetry Festival”, St.Andrews, Scotland; “Dubai International Poetry Festival”, UAE; “poesiefestivalberlin”, Berlino; International Writers Workshop, Hong Kong, “Struga Poetry evenings”, Struga, Macedonia, “Poetry Parnassus”, London, England; Printemps des poètes, Luxembourg; “Queensland poetry festival”, Brisbane, Australia; “Festival Internacional de Poesia de Granada” Nicaragua; Xu Zhimo Poetry and Art Festival, King’s College, Cambridge, England; 44° Feria Internacional del Libro, Buenos Aires). E’ inoltre traduttrice di poesia americana e ha curato il volume Nuovi poeti americani (Einaudi, 2006). Infine, insegna Scrittura Creativa (Poesia), Travel Writing e Storia dell’Arte in Italia e all’estero e, oltre a collaborare con artisti visivi, coreografi e musicisti, è artista visiva lei stessa.
www.elisabiagini.it

⭐ 19 febbraio
IDA TRAVI
Ha scritto anche per la musica e il teatro. La sua poesia si colloca nel rapporto tra oralità e scrittura, in prosa espone la sua poetica nei saggi L’aspetto orale della poesia (2000) Selezione Premio Viareggio e Poetica del basso continuo (2015). Tradotta in molte lingue l’opera di Ida Travi sin dagli esordi negli anni ’80 è recensita dai poeti italiani Milo De Angelis, Giancarlo Majorino, Giampiero Neri. Dal 2011 al 2018 pubblica per Moretti&Vitali Editori i cinque libri che compongono la saga poetica dei Tolki, i parlanti, figure immaginarie in aperta sequenza, sullo sfondo d’un indefinibile millennio: Tà, poesia dello spiraglio e della neve, 2011; Il mio nome è Inna, 2012; Katrin saluti dalla casa di nessuno, 2013; Dora Pal, la terra, 2017;  Tasàr, animale sotto la neve, 2018.
www.idatravi.com

⭐ 19 marzo
ANNA TOSCANO
Vive a Venezia, dove insegna presso l’Università Ca’ Foscari e collabora con altre facoltà. Scrive per testate, tra cui Il Sole24 Ore e Doppiozero. Sesta e ultima raccolta di poesie è Al buffet con la morte, La Vita Felice 2018, preceduta da Una telefonata di mattina, 2016, Doso la polvere, 2012; liriche, racconti e saggi sono rintracciabili in riviste e antologie; sua la curatela di cataloghi e libri di poesie. Ha ideato e condotto la trasmissione radiofonica Virgole di poesia per Radio Ca’ Foscari. Per la testata on-line La Rivista Intelligente cura Venerdì in versi. È stata editor per case editrici, lavorato come ufficio stampa; ha collaborato con varie scuole di scrittura e ha fondato “Lo Squero della parola”, laboratorio di scrittura. Come fotografa suoi scatti sono apparsi in riviste, manifesti, copertine di libri, mostre personali e collettive. Varie le esperienze teatrali, tra le quali “Voce di donna Voce di Goliarda Sapienza”.
www.annatoscano.eu

9 aprile
AZZURRA D’AGOSTINO
Ha pubblicato raccolte di poesia tra cui D’aria sottile (Transeuropa 2011) – selezione Premio Viareggio; Canti di un luogo abbandonato (SassiScritti 2013) – menzione speciale Premio Marrazza e vincitore Premio Carducci 2014, Alfabetiere privato (Lietocolle- Pordenonelegge 2016), finalista Premio Carducci 2017. Ha pubblicato insieme a Barbara Vagnozzi i libri illustrati Piccoli amori e Intervista alla felicità (Fatatrac 2018). Scrive per il teatro, conduce laboratori di poesia e si occupa di organizzazione culturale. È presidente dell’Associazione Culturale SassiScritti, con la quale realizza attività sull’Appennino tosco-emiliano, tra cui il festival L’importanza di essere piccoli.

⭐ 21 maggio
RENATA MORRESI & SILVIA TRIPODI

Renata Morresi si occupa di poesia, traduzione e letteratura anglofona. Suoi testi sono apparsi in varie riviste e antologie e nelle raccolte Cuore comune (peQuod 2010), Bagnanti (Perrone 2013), La signora W. (Camera verde 2013), quest’ultima anche in traduzione francese (Nioques 14, 2015). Tra i suoi ultimi lavori: Madame Marie Tussaud, su la rivista-foglio 2×2, n.2.2 (Accademia di Brera, Otis Graduate Writing); Usi delle bestie, pubblicata da Poesia di Crocetti (maggio 2016) e la serie “Di fragile costituzione” (in conversazione con la Costituzione italiana), in italiano con versione spagnola a fronte, in Italia, Poesía: Presente. Antología de poesía italiana contemporánea (Huerga & Fierro Editores, Madrid, 2017). Nel 2015 ha vinto il premio del Ministero dei Beni Culturali per la traduzione di poeti americani moderni e post-moderni e nel 2014 il premio Marazza per la prima traduzione italiana di Rachel Blau DuPlessis (Dieci bozze, Vydia 2012). Da poco è uscita una sua scelta di testi in traduzione di Emily Dickinson accompagnati dalle fotografie della serie “Io sono Nessuno” di Mario Giacomelli, per Arcipelago Itaca Edizioni. Collabora con il lit-blog “Nazione Indiana”. Cura la collana “Lacustrine” per Arcipelago Itaca Edizioni. Un nuovo libro di sue poesie, Terzo paesaggio, è in preparazione per i tipi di Aragno.

Silvia Tripodi (1974) vive a Roma. Ha partecipato nel 2013 a RicercaBo (laboratorio di nuove scritture); suoi testi sono presenti su GAMMM, Nazione Indiana, Nuovi Argomenti, La letteratura e noi e in altri luoghi delle rete; sulle riviste l’immaginazione, Atelier, L’Ulisse, VLNA, Nioque. Ha collaborato all’antologia Totilogia a cura di Daniele Poletti (edizioni Cinquemarzo 2014) e a ex.it 2014 e 2016 – materiali fuori contesto (Albinea). Nel 2014 ha vinto il Premio Lorenzo Montano (sezione poesia inedita). Vincitrice della prima edizione 2015 del Premio Elio Pagliarani con la silloge “Voglio colpire una cosa” edita da Zona nel 2016; di recente uscita è “Punu”, nella collana di poesia Lacustrine curata da Renata Morresi, edito da Arcipelago Itaca nel 2018. Suoi testi sono presenti nell’antologia “La parola informe – esplorazioni e nuove scritture dell’ultracontemporaneità” a cura di Sonia Caporossi (Marco Saya Editore, 2018).